Ultime notizie Serie B, la Lega di Balata decide di fare ricorso – La Serie B è sempre più nel caos, ma in realtà lo è il calcio italiano. Dopo la decisione del TAR del Lazio di aprire ai ripescaggi con un campionato cadetto a 22 squadre e non più a 19, la Lega di categoria nella persona di Mauro Balata ha convocato un’Assemblea straordinaria per analizzare la situazione. E alla fine la cadetteria ha deciso di ricorrere al Consiglio di Stato avverso la sentenza del TAR.

Le dure parole di Balata                  

Terminata l’assemblea di Lega di B, il presidente Balata ha attaccato. “Presenti 19 società su 19, tutti e 19 abbiamo condiviso una linea che è la stessa linea, unitaria e convinta. Abbiamo appreso poco fa una notizia gravissima: abbiamo deciso di impugnare l’ordinanza cautelare del Tar del Lazio e che con nostra viva sorpresa ha modificato alcuni concetti che lo stesso tribunale e il consiglio di stato avevano cristallizzato. Voglio ricordare che la Serie B ha iniziato il proprio campionato avendo 19 società legittimamente iscritte al campionato. Oggi scopriamo che la Figc non ha rispettato le proprie delibere, saranno cambiati i soggetti ma la federazione è la stessa.

Siamo sconvolti, che la Figc non intende impugnare anch’essa un’ordinanza che censura i propri provvedimenti, a questo punto chiediamo di farci capire se noi facciamo parte di questa realtà oppure no, se siamo dei figliastri. Qualora vi fossero eventi tali da sconvolgere il nostro campionato, le nostre 19 associate si tuteleranno in ogni sede e contro i soggetti responsabili. Abbiamo impugnato un’ordinanza, non una sentenza, chiedendo al consiglio di stato di tutelare le nostre 19 associate. O giochiamo a calcio e tuteliamo il calcio giocato, oppure giochiamo al tribunale. Siamo stati galantuomini, 19 squadre hanno diritti per giocare: è ora di farla finita con la politica. Qui bisogna giocare a calcio: bisogna tutelare i ragazzini e i giovani, i tifosi. La Figc deve tutelarsi”.

Credits Foto: calcioweb.eu  

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here