Juventus, dichiarazioni Allegri nel pre Benevento – La Juventus si sta leccando ancora le ferite, dopo la pesante sconfitta per 3-0 contro il Real Madrid. I bianconeri non hanno giocato al massimo delle proprie possibilità, pur riconoscendo il valore altissimo dei blancos e del suo “fenomeno” Cristiano Ronaldo. Ma la sensazione è che la Juventus avrebbe potuto fare qualcosa in più, sin dai primi minuti apparsi impauriti e non liberi mentalmente. Adesso l’impresa qualificazione alle semifinali di Champions è quasi impossibile, ma il primo pensiero è tornare subito con la testa al campionato. E questo prevede la trasferta sabato pomeriggio alle ore 15:00 sul campo del Benevento fanalino di coda.

Allegri parla in conferenza stampa

Al Media Center di Vinovo, Massimiliano Allegri è tornato a parlare in conferenza stampa. Il tecnico toscano ha subito incalzato: “Domani è una partita di campionato che non possiamo sbagliare, assolutamente da vincere. Tra l’altro contro una squadra che ha vinto ultimamente in casa, perchè ha battuto mercoledì il Verona, la Sampdoria, ha fatto delle buone partite in trasferta, gioca anche bene al calcio. Domani per la prima volta giocheremo alle 3, ci sarà il primo caldo della stagione, quindi bisogna essere pronti con la testa”, le sue parole riprese da tuttojuve.com.

Non poteva mancare anche un nuovo accenno alla sfida persa contro il Real Madrid: “Quello che è successo martedì, sono cose che a volte nel calcio capitano, soprattutto in Champions quando giochi contro una grande squadra. Nonostante tutto la squadra ha fatto una bella partita per 60 minuti, poi nel calcio succede tutto e il contrario di tutto. Ma domani è un’altra storia, i nostri obiettivi non cambiano, perchè il campionato è sempre stato il primo obiettivo, poi la Coppa Italia, la Champions e al momento siamo ancora dentro a tutte e tre. Bisogna smaltire la sconfitta, ma le sconfitte vanno smaltite perchè non c’è altro modo per farlo che vincere subito quella dopo”.

Una battuta anche sugli acciaccati e gli indisponibili: “Mandzukic sta bene, stanno tutti bene. A parte Barzagli e Bernardeschi, poi tutti gli altri sono a disposizione. E’ possibile che Mandzukic giochi dal primo minuto, così come lo stesso Cuadrado, perchè hanno giocato molte partite tanti giocatori e c’è bisogno di farli rifiatare. Anche perchè poi dopo abbiamo altre partite: abbiamo mercoledì Madrid, domenica la Sampdoria, abbiamo il Crotone, poi ci sono due scontri diretti, Napoli e Inter”.

Credits Foto: corrieredellosport.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here