Ultime notizie Serie A – La crescita dell’Inter passa dal campo, ma non solo. Infatti la famiglia Zhang e il gruppo Suning vogliono costruire una struttura societaria di grande livello, al fine di colmare il gap con la Juventus in Italia e poi quello con le altre big d’Europa. Nel frattempo, a margine del “Forum Sport & Business del Sole 24 Ore”, Alessandro Antonello, amministratore delegato dell’Inter, ha parlato di molti temi ai microfoni dei cronisti presenti. Partendo dall’accordo col Milan sui lavori da fare per ammodernare lo stadio Meazza

“I due club si sono impegnati a lavorare insieme per dare alla città di Milano un’infrastruttura che sia al livello delle più grandi città europee. Il lavoro è agli inizi, l’importante è che il clima tra i due club sia positivo. Ci siamo visti anche con il Comune, ci sono tutte le condizioni per procedere rapidamente. Questo progetto è fondamentale sia per i club che per la città”, le parole raccolte da fcinternews.it.

Antonello sul gap con la Juve e Marotta       

Sulla crescita dell’Inter a livello societario ma anche di squadra col lavoro di Spalletti: “La crescita del club fa parte del progetto strategico da quando Suning ha acquisito la società. La nomina di Steven Zhang come presidente suggella quello che Suning ha voluto dimostrare fin dall’inizio. Il gap con la Juve c’è, ma anche i risultati stanno arrivando e oggi ci stiamo giocando il passaggio dei gironi in Champions League. Gli investimenti che vogliamo fare, come lo stadio, il centro sportivo, sono importanti. Ci sono tutte le condizioni affinché il progetto strategico vada avanti per ridurre il gap non solo dalla Juve ama anche da club come il Napoli che stanno andando molto bene”.

Sul possibile approdo di Marotta: “Come abbiamo sempre detto, chiunque possa dare un contributo al nostro progetto con esperienza per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti è il benvenuto. Beppe Marotta è un grande manager. In questa fase bisogna aspettare, finché non c’è la firma non si può dire che le cose sono fatte”.

credits foto: gazzetta.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here