Ultime notizie calcio, le parole di De Rossi su Roma e futuro Il simbolo della Roma attuale è sicuramente Daniele De Rossi. Dopo l’addio di Francesco Totti nel 2016, il mediano giallorosso è diventato a tutti gli effetti il nuovo capitano. Ma la carta d’identità ‘corre’ anche per lui e il futuro è tutto da scrivere. Nel frattempo c’è un presente che De Rossi vuole vivere appieno con tanti impegni da affrontare, anche se attualmente ai box per una frattura alla quinta falange del piede sinistro. E sui tempi di recupero c’è ancora un po’ di incertezza.

“Non so fare delle previsioni sul rientro, è una frattura, quando guarisce guarisce. Era il sesto minuto quando mi sono fatto male (a Empoli, ndr), non ho sentito un grande dolore ma a fine primo tempo il piede era già gonfio. Ho capito che qualcosa si era rotto, ma la partita era in bilico e in questo momento c’è bisogno di tutti”.

De Rossi e due match da rigiocare

Nel corso della lunga lunga intervista rilasciata alla tv ufficiale del club giallorosso, Roma TV, De Rossi ha trovato il tempo di parlare anche di qualche rimpianto: “Se potessi tornare indietro rigiocherei quel Roma-Sampdoria, mi metterei in marcatura a uomo su Pazzini. È la gara che ci poteva dare quel trionfo che quella squadra avrebbe meritato. Di partite da rigiocare ce ne sarebbero anche altre, anche in quella stessa stagione, se avessimo vinto altri incontri non avremmo avuto bisogno di quei tre punti con la Sampdoria. Rigiocherei anche Liverpool-Roma: avevamo iniziato benissimo e poi è finita con uno scarto troppo grande rispetto a quanto dimostrato in campo”.

De Rossi e un futuro tutto da scrivere

Il capitano della Roma è stato stuzzicato anche sul  suo futuro: “Oh, iniziate ad abituarvi all’idea, non manca tantissimo. La Roma va avanti però, è andata avanti dopo Di Bartolomei, Conti, Giannini, dopo le peggiori delusioni. Stiamo andando avanti anche senza Francesco, che è forse la cosa più dolorosa per i tifosi, figuratevi se non si può superare il post carriera del sottoscritto. Se mi fa male il ginocchio per cinque giorni di seguito, penso che voglio smettere e dico a mia moglie che questa estate ce ne andiamo in vacanza per tre mesi. Appena sto bene, penso subito alla prossima gara. Ma sono coerente, non voglio essere un peso, non voglio essere qualcosa che toglie, ho già le idee chiare sui prossimi anni. Non lo dico mai, mi tengo la libertà di poter cambiare idea, sono un po’ egoista in questo”.

Credits Foto: Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 6/10/2018 Empoli

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here