Ultime notizie Napoli, intervista De Laurentiis – Il Napoli affronterà domenica prossima la Fiorentina nella quarta giornata di Serie A. Un match molto importante, con gli azzurri di Carlo Ancelotti che dovranno provare a cancellare il pesante ko subito contro la Sampdoria prima della sosta. In attesa che a Castelvolturno tornino tutti i giocatori impegnati con le varie Nazionali, sono arrivate le parole di Aurelio De Laurentiis, come sempre cariche di spunti interessanti. Nell’intervista concessa al Corriere dello Sport, il numero uno azzurro ha subito parlato di Ancelotti.

“Credo molto in lui e per questo l’ho fortemente voluto. Da parte mia non avrà mai una sollecitazione e aspetterò sereno e tranquillo qualunque cosa accada. Sono più che garantito dalla sua personalità e dalle sue capacità. Gli ho dato in mano le chiavi del Napoli. A lui e a mio figlio Edoardo. Ora dopo tanti anni potrò dedicarmi di più a cinema e tv”.

De Laurentiis affronta la questione stadio

Sulle problematiche dello stadio San Paolo, De Laurentiis annuncia due novità: “E’ un incubo, un minus e mi toglie dei punti di upgrading a livello internazionale avere un impianto del genere. Per questo dico basta: non faccio più polemiche e mi costruisco un mio stadio. Serviranno due anni, nessuno può dirti niente se metti i soldi tuoi e hai i terreni che sono utilizzabili per costruirci un impianto. Se ci sono queste condizioni può esserci un’accelerazione fortissima. Nel frattempo ho chiesto alla Uefa l’autorizzazione a disputare le partite di Champions al San Nicola a Bari. A costo di pagare di tasca mia 1000 euro di pullman e di consentire ai napoletani di assistere alle gare al San Nicola”.

Infine una battuta di mercato su Insigne e Koulibaly: “Con Raiola abbiamo stabilito che se arriva un’offerta da 200 milioni, lo vendiamo. Non è un accordo scritto, ma verbale. Rinnovo Koulibaly? Non ha nessuna clausola”.

Credits Foto: repubblica.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here