Napoli, Francesco Graziani sul futuro di Sarri – In casa Napoli ci si lecca le ferite, dopo che il sogno Scudetto è definitivamente tramontato. Per gli azzurri la consolazione del record di punti fatto in Serie A, dopo il successo per 2-0 sul campo della Sampdoria, ma poco altro. L’amaro in bocca è tanto per società, giocatori, staff tecnico e tifoseria. Ma adesso occorre ripartire e il futuro di Maurizio Sarri è tutto da decifrare. Tra voci di permanenza e non, in casa Napoli è ora delle scelte. Se non dovesse rimanere Sarri si fanno tanti nomi e ipotesi, come quelli meno “costosi” di Giampaolo della Sampdoria e Gasperini dell’Atalanta, e quelli più “esosi” come Ancelotti e Conte.

Questa settimana potrebbe già essere decisiva per capire le intenzioni di Sarri e se le sue idee collimano con quelle della società e viceversa. Una questione da risolvere in fretta, anche per pianificare un mercato che potrebbe vedere lasciare il Napoli un paio di big, come Jorginho e Hysaj.

L’attacco di Ciccio Graziani a De Laurentiis

Nel frattempo sono arrivate alcune forti dichiarazioni sulla questione allenatore Napoli. Francesco “Ciccio” Graziani, ex attaccante di Roma e Torino, ha commentato la stagione del Napoli ai microfoni di Radio Marte: Bisognerebbe fare un applauso lungo un chilometro al Napoli, per il gioco espresso la squadra avrebbe meritato lo Scudetto. La Juve diventa cannibale nelle difficoltà, anche se ha avuto un pizzico di fortuna. Sarebbe un peccato perdere Sarri, perché magari rinforzando questa squadra potrebbe diventare ancora più forte. Al posto di Sarri mi sarei dimesso già prima della gara con il Torino e dopo le accuse ricevute da De Laurentiis. Ancelotti guadagna nove milioni, non ci viene al Napoli, così come non viene Conte. Penso a Giampaolo o al massimo Gasperini, senza Sarri temo che Napoli possa ridimensionarsi”.

Credits Foto: napolisport.net

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here