La questione legata all’assegnazione dei diritti tv per il triennio 2018-2021 della Serie A, ma anche decidere il futuro presidente e la nuova governance. Acque tranquille nemmeno per sogno in Lega Calcio a Milano, perché un accordo non si è trovato su alcun punto e la tensione ha finito per giocare un brutto scherzo a due importanti dirigenti del calcio italiano: stiamo parlando dell’amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta, e del presidente della Lazio, Claudio Lotito.

L’assemblea della Lega Serie A, senza un presidente da 9 mesi, con Carlo Tavecchio nel ruolo di Commissario, è infatti stata segnata, secondo quanto riportato da La Repubblica, da una clamorosa rissa verbale tra i due dirigenti. Tutto sarebbe nato da una battuta di Claudio Lotito: “qua so’ tutti impiegati”, al che l’ad bianconero Marotta avrebbe provato ad aggredirlo, costringendo gli altri partecipanti all’assemblea ad intervenire per dividerli e scongiurare una rissa. Non è certo la prima volta che Lazio e Juventus si scontrano sulla “politica del pallone”, con le due società praticamente mai d’accordo nelle varie riunioni di Lega.

Detto questo, il rischio nuovo commissariamento per la Lega Calcio di Serie A è sempre più reale. Adesso la situazione è questa: lunedì scadrà il commissariamento di Tavecchio, dopo di che Simonelli sarà investito del ruolo di garante. I club di Serie A avranno poi come termine quello del 24 febbraio per eleggere un presidente e un nuovo governo, altrimenti il numero uno del Coni, Giovanni Malagò, sarà costretto a dichiararne il commissariamento. Con riflessi diretti anche sulla FIGC, a prescindere dall’elezione del nuovo leader del calcio italiano a Fiumicino lunedì 29.

Un calcio italiano che dunque fatica e non poco ad uscire dal limbo in cui è caduto, dopo la mancata qualificazione dell’Italia ai prossimi Mondiali del 2018, con il conseguente “terremoto” per la Federazione e le dimissioni di Tavecchio. Il rischio doppio commissariamento Lega Calcio e FIGC resta ancora reale.

Credits Foto: gazzetta.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here