Pari del Milan col Sassuolo, le dichiarazioni di Gattuso – Le sconfitte di Roma e Inter avevano riacceso le speranza Champions del Milan. Ma la squadra di Gattuso non ne ha approfittato appieno, pareggiando in casa per 1-1 contro il Sassuolo. Una partita che i rossoneri hanno sempre fatto all’attacco, ma “sbattendo” più di una volta sul portiere ospite Consigli. Sassuolo anche passato in vantaggio al 75’: Mazzitelli di testa serve Politano che aggancia e calcia di ontro balzo col destro mettendo il pallone nell’angolino lontano dove Donnarumma non arriva. Il Milan si riversa tutto in attacco, trovando il pareggio all’84’: traversone di Musacchio, aggancio splendido di Kalinic, che con un grande movimento manda fuori tempo Lemos e con un violento sinistro scaraventa sotto la traversa. Al 95’ poi un grande intervento di Consigli ha negato la gioia del gol a Bonaventura, con un intervento prodigioso.

Le parole di Gattuso a fine match

Occasione persa dunque per il Milan che, salito a 52 in classifica, resta a meno otto da Roma e Lazio, adesso appaiate al terzo posto. E domenica prossima i rossoneri ospiteranno il Napoli senza Bonucci squalificato e con l’infortunio di Romagnoli tutto da valutare. Ai microfoni di Mediaset Premium, Gennaro Gattuso ha commentato: “Nel primo tempo abbiamo creato tanto, ma senza forza e veemenza. Abbiamo fatto tanti tiri in porta. Oggi non è una questione di una punta o due punte. Siamo stati anche sfortunati, ma alla fine potevamo anche perdere oggi”.

Nell’ultimo “pezzo” di partita, il Milan ha giocato col modulo 3-3-4: “Nel secondo abbiamo provato a giocare con il 3-3-4, ma non è mai facile fare cose senza averle provate. L’ho fatto per allargare il Sassuolo. Non mi è piaciuta l’interpretazione, siamo stati troppo arruffoni. Il responsabile sono sempre io comunque. Gli attaccanti? Il problema non sono solo loro. Abbiamo fatto 21 tiri in porta, era una partita in cui il pallone non voleva entrare. Lo vedo pure io che la squadra non è brillante, ma credo sia normale. Io però non voglio cercare alibi”.

Credits Foto: repubblica.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here