Ultime notizie Champions League, Di Francesco presenta Roma-Real Madrid – Un match importantissimo, da vincere per centrare qualificazione agli ottavi di finale di Champions League e ipotecare il primato nel gruppo. La Roma affronta il Real Madrid all’Olimpico con questo doppio obiettivo. Il tifo giallorosso è pronto a spingere la propria squadra all’impresa, vendicando anche il pesante 3-0 subito a settembre al Santiago Bernabeu. In conferenza stampa sono arrivate le parole di Eusebio Di Francesco, partendo dal suo stato d’animo, dopo la sconfitta di Udine in campionato.

“Parliamo della squadra, di me stesso non parlo perché ho sempre ricevuto grande fiducia. Poi il calcio è il calcio… noi dobbiamo credere al primo posto, la classifica è buona ma può diventare ottima con un grande risultato domani. Quello che è mancato è quella determinazione, che spesso si scrive ma non si compra al supermercato. Quella voglia e il desiderio di vincere le partite con cattiveria, quando si va a fare una fase difensiva e offensiva adeguate. Avevamo preparato una partita che io ritenevo fosse la più importante. Averla persa mi ha dato un fastidio enorme”.

Di Francesco e Kolarov parlano delle critiche dei tifosi         

Sul cosa promettere ai tifosi in vista del Real, Di Francesco ha spiegato: “Bisogna dare il massimo per questa maglia. In Champions League abbiamo fatto un percorso importante, ma i nostri tifosi hanno ragione a essere arrabbiati. Il fatto che siano 65mila è bello, il fatto che siano arrabbiati è normale. Mi auguro di essere più contento dopo domani, dobbiamo promettere il massimo impegno e questo il tifoso deve chiederci, poi se mi viene a parlare di scelte e di modulo mi incavolo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Kolarov, che però rincara la dose: “Non devo promettere niente a nessuno. Ci sostengono in casa e in trasferta. Devo promettere solo a me stesso di fare il mio lavoro al massimo. Sono d’accordo col mister. Il tifoso deve essere consapevole che di calcio capisce poco, mettermi a parlare su come gioca Djokovic non mi permetterei mai, specie di tattica. Qui si chiacchiera tanto, si spreca il fiato, alla fine non si dice nulla. Anche a me piace vedere il tennis o il basket, ma non ci capisco nulla”.

Credits Foto: iltempo.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here