Ultime notizie Champions League, Spalletti presenta Barcellona-Inter – Siamo arrivati al dunque. L’Inter si appresta a giocare al Camp Nou contro il Barcellona. Una super sfida di Champions League, di quelle che i nerazzurri cercavano di ritrovare ormai da tanti anni. Alla vigilia della sfida di Champions League contro i blaugrana, il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa per presentare la partita. Queste le parole dell’allenatore nerazzurro.

“Non penso al Barcellona favorito oppure no. Affrontiamo una squadra che ha talento in tutti i reparti e vogliamo giocare con grande autostima, che non deve sconfinare neanche minimamente nell’arroganza. Stiamo facendo bene ma non possiamo portare in campo il nostro buon momento per indebolire i nostri avversari. Servirà una partita di grande fatica e porteremo in campo tutto l’amore che abbiamo per questo sport e per il pallone”.

Spalletti spiega cosa serve per affrontare il Barcellona

Luciano Spalletti ha parlato dell’assenza di Messi nel Barça:”Partita preparata diversamente senza Messi? Non è facile fare un discorso del genere. Non è facile cambiare la mentalità della squadra in funzione di un calciatore. E’ chiaro che coloro che sostituiranno Messi vorranno far vedere di essere all’altezza ma Messi è un’altra cosa, crea sempre qualcosa. Resta comunque il fatto che il Barcellona è una squadra che sa dove passa il pallone e sa gestire la partita trovando le soluzioni contro qualsiasi avversario. Non so cosa farà Valverde però, credo che comunque andrà avanti con il 4-3-3. Con Messi sarebbe stato un Barcellona molto più forte ma i nostri avversari hanno comunque tanta qualità”.

Sulla formazione e su come affrontare il match: “Qualcosa cambierò. Per prima cosa devo capire come starà Brozovic che ha ancora dolore, mentre Perisic ha smaltito. Miranda giocherà. Se non gioca Brozovic? Non abbiamo tanta scelta in quella zona del campo, anche a causa del fair play finanziario. Qualcuno deve giocare ma in quel ruolo non abbiamo possibilità illimitate. Ci sono giocatori che hanno fatto quel ruolo, come Skriniar e Asamoah. Abbiamo anche giocatori di fascia che possono giocare dentro il campo, come Candreva o Politano. Le soluzioni ci sono ma non dobbiamo mettere mano su troppe cose”.

Partita fondamentale? Non saremo qualificati matematicamente a prescindere dal risultato. Vogliamo giocarcela con l’autostima di cui parlavo prima, con rabbia e sofferenza. Dobbiamo rimanere in partita ad aspettare i momenti giusti, senza chiedere niente”.

Credits Foto: calciomercato.com

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here