Ultime notizie calcio estero, Henry si ripresenta al Monaco Thierry Henry riparte dal Monaco, un po’ come fatto da calciatore. Da lì è nato tutto, passando poi per Juventus, Arsenal e Barcellona. E adesso il francese prova a ripercorrere le sue stesse orme ma da allenatore. Giocatore del Monaco dal 1993 al 1999, con 141 presenze totali e 28 gol, Henry ha deciso dunque di accettare la proposta del club monegasco invischiato in piena zona retrocessione. Sino a poche ore fa è stato il vice allenatore, o collaboratore più stretto che dir si voglia, di Roberto Martinez nel Belgio. Martedì sera ancora in panchina per l’amichevole contro l’Olanda, ma con cuore e testa già proiettati al Monaco.

Le parole di Henry in conferenza stampa

Thierry Henry, nuovo allenatore del Monaco, ha parlato oggi in conferenza presentandosi alla stampa. Ecco le sue dichiarazioni: “Venire al Monaco per me è stata una scelta di cuore. Voglio iniziare il più rapidamente possibile, dando comunque continuità al lavoro di Jardim che rimarrà per sempre nella storia di questo club. Non è importante con che modulo giocheremo, la priorità devono essere i concetti chiari, i risultati per me sono la conseguenza del lavoro. A chi mi ispiro? A Wenger e Guardiola. Il primo obiettivo? Testa allo Strasburgo per riacquistare un po’ di gioia e sicurezza.

Lo staff? Penso sia importante avere un gruppo di lavoro con cui confrontarsi, discutere e talvolta anche essere in disaccordo su alcuni punti. Sono tornato dove è tutto iniziato, il Monaco è un club che ha un posto speciale nel mio cuore. E’ presto per parlare del mio futuro, ho ancora tanti anni davanti in questa nuova carriere, per adesso sono concentrato sul presente. C’è molto da fare, ma non dobbiamo farci prendere dall’ansia o dallo stress. I miei colleghi ed ex giocatori Zidane e Deschamps? A differenza di prima, adesso parliamo assieme di allenamenti…”.

 Credits Foto: Twitter ufficiale Monaco

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here