Ultime notizie diritti tv Serie A 2018-2021 Dopo un lunghissimo tiro e molla, è arrivata ad un nuovo punto di svolta la vicenda riguardante l’assegnazione dei diritti tv della Serie A per il triennio 2018-2021. Questa mattina alle ore 11:00 scadeva il termine per la presentazione delle offerte, per poi procedere all’apertura delle buste. Il bando era molto chiaro: qualora fosse stato raggiunto il minimo totale (1.100 milioni di euro), allora si sarebbe proceduto all’assegnazione automatica. In caso contrario, la Lega avrebbe aperto una fase separata di rilanci immediati, dalle 15 alle 20. Al termine della quale avrebbe proceduto, se del caso, all’assegnazione, totale o parziale dei tre pacchetti, quotati 452, 408 milioni e 240 milioni di euro.

MediaPro e Tim fuori dai giochi

Alle ore 12:00 la prima indiscrezione. Presentate soltanto tre offerte per i diritti tv del triennio 2018-2021 e sono quelle di Sky, Mediaset e Perform. Non solo Mediapro dunque è rimasta in disparte a sorpresa, ma anche TIM, di cui si era parlane nei giorni scorsi. Una volta aperte le buste dopo le ore 14:00, le cifre non hanno raggiunto il minimo garantito di 1,1 miliardi. Si è aperta dunque una seconda fase delle trattative private, alla quale hanno partecipato solo Sky, Mediaset e Perform. Poi in serata la svolta

Diritti tv assegnati a Sky e Perform

I diritti TV per il triennio 2018-2021 sono stati assegnati a Sky Sport e Perform per 973 milioni di euro complessivi. Queste le parole di Gaetano Micciché, presidente della Lega Serie A: ” Uscirà un comunicato con tutte le specifiche. È stata una giornata importantissima per il calcio italiano, con una lunga trattativa giunta a termine. I diritti televisivi sono stati ceduti e Sky. Raggiunto un importo maggiore ai 973 milioni, circa il 20% in più dell’ultima offerta ricevuta a gennaio. In più ci saranno 100 milioni in aggiunta in parte variabile. Calcolando anche i diritti venduti all’estero, io complessivo valore del calcio italiano supera il miliardo e 400 milioni. La realtà calcio è dunque stata considerata con grande importanza”.

Divisione pacchetti tra Sky e Perform

Sky si è aggiudicata i primi due pacchetti di diritti tv della Serie A 2018-21 per complessive 266 partite annue con una offerta da 780 milioni di euro medi annui per 3 anni mentre Perform ha messo sul piatto 193 milioni annui per l’ultimo pacchetto, quello da 114 match.

Prima di eventuali accordi di ritrasmissione quindi, su cui – ha assicurato Miccichè – “sono in corso” trattative, Sky trasmetterà il match clou dell domenica sera e il posticipo del lunedì oltre a due partite del sabato (ore 15 e ore 18) e a tre della domenica (alle 15 e 18). Perform ha invece il pacchetto con la partita di mezzogiorno della domenica, una della domenica pomeriggio e l’anticipo del sabato sera.

Credits Foto: calcioefinanza.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here