In Francia sicuri, il PSG vuole Allegri In Francia ne sono sicuri e non ne fanno ormai più mistero. Il PSG è all’ennesimo cambio di allenatore da quando lo sceicco Nasser Al-Khelaifi è alla guida del club parigino. L’ossessione è quella ovviamente di mettere le mani sulla Champions League, ma di fatto sono proprio qui che sono arrivate le delusioni più cocenti. Le ultime due poi sono ancora lì a far male e non digerite dalla proprietà araba. Dopo le precoci eliminazioni arrivate con Laurent Blanc, quelle subite con Unai Emery prima col Barcellona e poi col Real Madrid, entrambe agli ottavi di finale, hanno fatto il resto. Ma per il tecnico spagnolo ex Siviglia non ci sono attenuanti e a fine stagione arriverà il divorzio, nonostante una Ligue 1 praticamente già vinta.

Le Parisien, Allegri il prescelto da Al-Khelaifi

E per guidare il PSG dalla stagione 2018-2019 il prescelto dal proprietario arabo sarebbe Massimiliano Allegri, in netto vantaggio su Antonio Conte e Luis Enrique. Ovviamente il PSG dovrà fare i conti con il contratto dell’allenatore toscano con i bianconeri, che ha una scadenza fissata nel 2020. Ma Al-Khelaifi sembrerebbe disposto a tutto o quasi pur di portare Allegri all’ombra della Tour Eiffel. La scelta sarebbe ricaduta su Allegri, perché, come riportato dal quotidiano francese ‘Le Parisien’, il tecnico bianconero sarebbe perfetto per gestire le emozioni in pubblico e per il suo essere irremovibile all’interno dello spogliatoio. Poi l’impresa di Wembley contro il Tottenham in Champions, avrebbe dato l’ultima spinta alla decisione.

Marotta poche settimane fa: “Allegri a lungo con noi”

Detto questo in casa Juventus non si vivono queste notizie con preoccupazione. Il contratto con Allegri è ancora lungo e la dirigenza bianconera è molto contenta della gestione a 360° del tecnico livornese di squadra, media e non solo. Poche settimane fa, l’amministratore delegato, Giuseppe Marotta, aveva parlato così: “Allegri ha dimostrato, partendo dallo scetticismo generale, di essere non solo all’altezza della Juventus, ma di essere uno dei migliori allenatori in circolazione. Per lui parlano i risultati conseguiti, parla ciò che lui ha dimostrato di poter ottenere sul campo, quindi grandi consensi”. E sul futuro: “E’ un rapporto che si è creato tra l’indifferenza, ma oggi sta regalando a tutti, alla società, a lui stesso e ai nostri tifosi delle grandi soddisfazioni, per cui sono certo che continuerà”.

Credits Foto: thesun.co.uk

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here