Ultime notizie calciomercato Milan – Il Milan chiuderà in queste ore l’arrivo di Samu Castillejo. Il responsabile dell’area tecnica rossonera, Leonardo, è arrivato a Valencia dove si recherà negli uffici del Villarreal per definire l’operazione che riporterà anche Carlos Bacca nel club spagnolo. Mancano solo gli ultimi dettagli che riguardano la formula: prestito oneroso e obbligo di riscatto che, per motivi di bilancio legati al Fair play finanziario non dovrà superare i 18 milioni di euro totali.

L’opinione di Stefano Borghi su Castillejo

Quindi sarà il classe 1995 spagnolo il nuovo esterno offensivo a disposizione di Gennaro Gattuso. In molti hanno però visto Castillejo come la “fotocopia” di Suso, nutrendo qualche dubbio sull’acquisto ormai quasi ultimato dai rossoneri. Ma per chi lo conosce bene, non è così. Stefano Borghi, giornalista, telecronista e grande conoscitore di calcio sudamericano e spagnolo, è stato intervistato in esclusiva da MilanNews.it, per sgombrare il campo da equivoci:

“Ritengo Castillejo un giocatore di prospettive enormi, già di valore molto significativo nell’immediato. Per me è un elemento estremamente interessante. E’ un classe ’95 già con tre stagioni di Liga sulle spalle, l’ultima in particolare è stata su standard notevoli. Un mancino che può fare primariamente l’esterno d’attacco, perché ha struttura fisica, è alto, longilineo, ha un repertorio di prima qualità, è uno che viene dentro col sinistro, che parte, che fa gol. Un giocatore veramente di altissimo spessore tecnico e dal repertorio completo. Però non è solo un’ala d’attacco, anzi, può fare il trequartista centrale, o addirittura, in una squadra di grossa propensione offensiva, questo è un giocatore che può andare a fare la mezz’ala.

Nessun paragone con Suso

Ecco poi la risposta a chi ha fatto il paragone tra Castillejo a Suso: “Vuol dire che non l’hanno mai visto giocare, l’unica cosa di simile a Suso è che è un mancino che parte da destra. Anche Messi è un mancino che parte da destra, secondo te Messi è simile a Suso? Direi proprio di no. E’ un giocatore diverso. Anzitutto fisicamente è molto differente, è un longilineo, ha lunghe leve, non ha la rapidità nel breve, il dribbling secco che ha Suso a rientrare. E’ un giocatore che ragiona su corse diverse, è proprio fatto diversamente rispetto a Suso. L’unica cosa su cui possono essere accostati è che sono mancini di piede e che partono solitamente da destra. Però Castillejo ha fatto due/tre partite centrale e ha fatto addirittura la mezz’ala”

Credits Foto: marca.com

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here