Inter, Spalletti in conferenza stampa su futuro e calciomercato – In casa Inter la felicità per l’accesso nella prossima edizione della prossima Champions League. Una svolta importante per il futuro del club nerazzurro, che adesso sarà alle prese con le mosse da mettere in opera in sede di calciomercato. Quest’ultime saranno “conservative” sino al 30 giugno per rispettare i paletti imposti dalla Uefa in tema di Fair Play Finanziario, prima di muoversi con più liberta dal 1° luglio in poi.

Nel frattempo è andata in scena la conferenza stampa di Luciano Spalletti di fine stagione al Suning Training Centre. Incontro organizzato per tracciare un bilancio stagionale, ma anche per rispondere a domande su futuro e calciomercato. Le sue prime parole: “Ringrazio la società di vivere questi colori che mi stanno anche bene. Grazie anche ai miei collaboratori, gente forte caratterialmente. Il contesto in cui siamo nati diventa fondamentale. Champions League? A Roma un’emozione bellissima. La forza della squadra che affrontavamo rende ancora più importante il nostro traguardo. La Lazio è rimasta fuori, si sarebbe meritata anche lei un posto in Champions. Siamo riusciti a mettere il naso davanti solo alla fine. Come colmare il gap con le prime? “Dobbiamo essere ambiziosi, desiderosi di migliorare. Qui vogliamo starci e ci stiamo bene. Gli obiettivi dell’Inter sono importanti per storia e impatto. Bisogna esserne all’altezza sul campo. Non sbaglieremo ancora, non racconteremo anzitempo cose sbagliate perché altrimenti molti ne cavalcano l’onda”, le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com.

Le parole di Spalletti sul calciomercato Inter

Sul tipo di mercato da fare in vista della Champions: “La società si è già mossa bene, ma poi bisogna far tornare i conti. Va fatta chiarezza: il settlement agreement è stato firmato dalla precedente proprietà. Noi lo ereditiamo e lo rispettiamo. I conti devono tornare e per questo la società va risanata come accade a tutti i club. Sarà lavoro degli specialisti. Quando sarà fatto poi si potrà investire qualcosa in più. Diventa difficile fare nomi altisonanti come già successo. Non è detto che non ci si possa arrivare, ma passa tutto dalle partite giocate e dai vari momenti che si attraversano. Cancelo e Rafinha ora non si possono riscattare proprio per questo, poi vedremo. Funziona così. Sennò si spande e si spende con battute e risate. Ma non è questa la realtà”.

Credits Foto: fcinter1908.it

Comparazione quote

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here