Milan: è arrivato il D-Day

Dopo settimane di tira e molla, voci contrastanti, annunci e smentite, è finalmente arrivata la giornata in cui Gianluigi Donnarumma dovrà fare chiarezza sul suo futuro, dopo l’ultimatum imposto qualche giorno fa dal Milan. 

Nella serata di ieri è avvenuto un importante incontro tra il portiere del Milan, in scadenza di contratto il prossimo anno e Mino Raiola, in presenza della famiglia del ragazzo, che da parte sua nel pomeriggio aveva fatto capire di essere pronto a restare in rossonero e cercare casa a Milano.

La questione parrebbe semplice, se non fosse che sullo sfondo ci sono Real Madrid e PSG pronte ad offerte di primissimo piano ed un Mino Raiola che, non convinto del progetto tecnico del nuovo Milan, vorrebbe introdurre una clausola rescissoria non troppo alta nel nuovo contratto.

Da Casa Milan filtra poco, se non appunto l’ultimatum che è stato dato al portiere ed al suo staff entro la giornata di oggi, pena la divulgazione pubblica di quanto finora è avvenuto soltanto nelle stanze della sede rossonera e della casa del procuratore.

Le notizie che arrivano sono contrastanti, tra chi dice che il rinnovo alla fine si farà per cifre intorno ai 4.5 milioni netti a stagione e chi invece parla di un gelo che potrebbe portare addirittura ad un anno in tribuna per Donnarumma e conseguente cessione a parametro zero a fine anno. Uno scenario che in qualche modo scontenterebbe tutti.

La verità si saprà dunque in giornata, mentre i tifosi rossoneri tremano e tengono le dita incrociate per un giocatore che, da vero e proprio idolo, negli ultimi tempi si è trasformato addirittura in un mercenario agli occhi dei tifosi più accesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *